current / attuale

invito collettivo 21 settembre 2019

OPEN ZONA TOSELLI

Azioni, Video-sound installazioni, Opere

arte contemporanea

Opening 21 settembre 2019

ore

-18,30: azione performance Giuseppe Pietroniro -Una Mattina-

Irene Stracciati Danza, Via dell’Artigianato, 2/b

-19,00/19,10: Carlo Nepi, Massimo Marini -Nella città contemporanea-

Dialogo Itinerante, Partenza fronte a Sosta dell’Artigiano,

-19,20- video sound proiezione Franca Marini -Primordi-

scannafosso blocco 1 Via dell’Artigianato, 4

-19,45 inizio servizio apericena presso sosta dell’artigiano prezzo €. 8,00

servizio navetta logge del papa-viale toselli (linea 52) con biglietti offerti da Tiemme.

inner room per il ciclo talents presenta un nuovo appuntamento della serie

OPEN ZONA TOSELLI, che assume anche la funzione di titolo della mostra. Arte contemporanea diffusa nelle attività artigianali e tra le architetture del “Villaggio Artigianale” di Viale Toselli a Siena.

Questa edizione improntata sul tema del site specific vede un programma di tre opere, in atto unico che si succederanno nell’arco del pomeriggio sera coinvolgendo in sinergia alcune attività artigianali del Villaggio in un rinnovato dialogo tra produzione artigianale e quella culturale artistica.

Le tre azioni proposte ruotano intorno al tema o se vogliamo alla domanda dell’interiorità in relazione alla socialità. Quanto l’arte negli spazi pubblici nasce da una ricerca interiore dell’artista di misurarsi con realtà altre rispetto alla sua ricerca? E Quanto la ricerca interiore è sospinta e in certi casi forzata dalla realtà sociale? L’arte allora diviene fuga o confronto? Di fatto come si vede in queste opere essa entra nelle contraddizioni della realtà sia sociale che anche architettonica per detonarla. Ci entra però attraverso una via interiore che ogni artista percorre.

Per la prima volta avviene anche un’operazione in esterno, una video-sound istallazione dell’artista Franca Marini senese di origine ma da anni presente nella scena newyorchese con video d’arte che coinvolgono la musica elettronica, come in questo caso è avvenuto con i musicisti Francesco Poggianti e Maso Ricci , che coinvolge il fabbricato e l’urbanizzazione del villaggio. Da questa istallazione frutto di un profondo dialogo tra l’artista e l’inner room durato ben due anni nasce il talk itinerante tra le vie del villaggio facilitato da gli architetti di chiara fama Carlo Nepi e Massimo Marini, che offre una lettura nuova a partire dall’architettura dell’insediamento, opera visionaria di Alessandro Biagi architetto senese, per entrare nel merito delle costruzioni contemporanee di Siena e del corpo di produzione architettonica della città ponendolo in un nuovo valore.

La serata si apre con l’azione dell’artista romano Giuseppe Pietroniro una delle figure di riferimento per la sua generazione il quale presenta in collaborazione con la Scuola di Danza Irene Stracciati, una novità nel corpo della sua opera, un’azione che è un quadro figurativo vivente che sisvolge sotto gli occhi dello spettatore.

Con questa operazione inner room anticipa il programma del 2020 che in occasione dei 10 anni di attività vedrà offrire dei workshop-mostre su questa dinamica artistica facilitati da autori di rilievo nazionali ed internazionali.

Alcune facilities saranno a disposizione per la serata,

aperi-cena curato da Rombo e Vas presso il bar “La sosta dell’artigiano”

-un servizio navetta logge del papa-viale toselli (linea 52) con biglietti offerti da Tiemme.

Open zona Toselli contribuisce di fatto alla valorizzazione di un’area periferica a vocazione produttiva, producendo in essa cultura la quale porta valore aggiunto a tutte le attività ed al quartiere stesso. A dimostrazione di ciò la serata è supportata dai contributi di aziende tra cui imain sponsor: Consorzio CITIS con la partnership di L’Officina, concessionario Suzuki, La sosta dell’artigiano, bar, fusi&fusi comunicazione e sport. Viaggi Il Mangia, Termoidraulica Celli.

Una serie di istallazioni degli artisti resteranno in mostra per un mese presso lo show room Citis e il bar La Sosta dell’artigiano.

Show Room CITIS

Via dell’artigianato, 31

Sosta dell’Artigiano

Via dell’artigianato, 13

53100 Siena

——————

inner room©

fusi&fusi

via G.di Mannaia, 15

 

Sosta dell’Artigiano

Via dell’artigianato, 13

53100 Siena

 

www.inner-room.org

innerroom1@gmail.com

www.radioarte.it

+390577 43160/7

 

inner room© . Inner room nasce in continuazione e in discontinuità con la vicenda artistica italiana: l’aspetto continuativo si riferisce soprattutto al carattere performativo dell’iniziativa; tutti i dettagli sono caratterizzanti un atteggiamento artistico compartecipativo degli autori. L’aspetto discontinuativo è rappresentato dal fatto che gli autori non sono sotto la tutela di colui che li presenta e rappresenta: non più artisti che delegano. In questo senso si rivaluta la tradizione da quella performativa a quella riflessiva ed eremitica. Siamo ovviamente lontani da ogni intendimento di vuota celebrazione rituale: l’umano e il trascendente ritrovano un equilibrio antico.

Etichetta di produzione artistica nata in Siena nel 2010 originariamente come spazio underground di 7 metri quadrati letteralmente sotto il livello stradale all’interno dello storico negozio fusi&fusi, Inner room organizza ciclicamente in sede e in differenti luoghi mostre e incontri coinvolgendo i talenti dell’arte contemporanea nelle molteplici realtà di ricerca e produzione dell’azienda stessa, il tutto per la crescita spirituale, sociale ed economica delle persone che sono e che passano da Siena. Per la sua natura si adatta anche al dialogo con realtà operative e produttive di vario indirizzo, apparentemente lontane all’arte contemporanea, riuscendo secondo il suo scopo a individuare il potenziale dello spazio, favorire la nascita e sviluppare il dialogo opera/uomo coniugando il linguaggio dell’arte con la valorizzazione di senso della realtà che lo ospita. inner room presenta per ogni mostra un gioiello d’artista.

inner room©